TUTELA IGP

La razza pecora sarda: i tratti della sua unicità

L’Agnello di Sardegna I.G.P. è una delle produzioni “cardine” della grande tradizione zootecnica regionale. Nell’immaginario collettivo identifica e richiama la Sardegna, il suo territorio, la sua civiltà e cultura millenaria. In numerosi scavi archeologici effettuati presso alcuni importanti complessi abitativi di età nuragica sono stati rinvenuti resti animali riconducibili alla produzione e lavorazione delle carni di agnello e utensili impiegati per la caseificazione risalenti a circa 3000 A.C.. La lunghissima tradizione di allevamento e produzione delle carni di agnello di Sardegna consentono di identificare gli animali allevati entro i confini regionali regionali come pecore da latte di razza sarda, allevate allo stato brado e semi-brado. La razza ovina c.d. «Sarda» si è storicamente radicata nel territorio attraverso una lunga esperienza di adattamento; essa è il frutto della sperimentazione secolare degli allevatori e il risultato di un lungo processo di adattamento uomo-ambiente-animale. Le cure dei pastori verso il proprio patrimonio animale restano immutate nel tempo. Custodi sapienti di ambiente e tradizioni millenarie, di metodi e conoscenze artigianali che vengono trasmessi di padre in figlio, contribuiscono a garantire, oggi come allora, l’inimitabilità purezza e la bontà dell’Agnello di Sardegna.

5 buoni motivi per scegliere e consumare la carne di Agnello di Sardegna IGP

1. La Sardegna e il suo ambiente incontaminato
La natura della Sardegna con il suo clima e ambiente incontaminato attrinuisce e garantisce elevati livelli di genuinità e qualità del prodotto.

2. Allevato in totala libertà
E’ allevato in totale libertà, su pascoli ricchi di alimenti naturali ed essenze spontanee peculiari della Sardegna.

3. Si alimenta col latte materno

4. Non conosce sofisticazioni
E’ una carne che non conosce sofisticazioni e manipolazioni. Non subisce stress o forzature alimentari.

5. Rispetto della tradizione
La sua dieta sana ed equilibrata si perpetua nel tempo, risultato del profondo rispetto della tradizione dell’allevamento di origine millenaria.

Qualità certificata e garantita

Il sistema delle Indicazioni Geografiche dell’Ue, favorisce il sistema produttivo e l’economia del territorio; tutela l’ambiente, perché il legame indissolubile con il territorio di origine esige la salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità; sostiene la coesione sociale dell’intera comunità.
Allo stesso tempo, grazie alla certificazione comunitaria si danno maggiori garanzie ai consumatori con un livello di tracciabilità e di sicurezza alimentare più elevato rispetto ad altri prodotti.

In Italia ci sono attualmente 263 DOP, IGP, STG e ben 523 DOCG, DOC, IGT